Banner title

Prurito Cuoio Capelluto: le possibile cause ed i rimedi

0

Il prurito al cuoio capelluto può avere diverse cause, e spesso e volentieri si tende a sottovalutare questo fastidio perchè si crede che dipenda da cause poco importanti. In realtà però avere una sensazione di prurito cuoio capelluto ed essere costretti a grattarsi sempre la testa non solo può avere delle ricadute sulla bellezza dei capelli ma può anche nascondere delle patologie più serie che devono essere curate. Capire la cause del prurito al cuoio capelluto non è difficile come verrebbe da pensare: basta prestare attenzione ad alcuni piccoli dettagli e questo è importante perchè una volta individuata la causa si può risolvere questo fastidioso e spesso antiestetico problema. 

Prurito cuoio capelluto: le possibili cause

Come abbiamo detto, il prurito al cuoio capelluto può essere causato da diversi fattori ma prestando attenzione a come si presenta possiamo capire anche perchè la nostra testa prude e risolvere il problema alla radice. 

Dermatite da contatto

Il prurito al cuoio capelluto può essere banalmente causato da una dermatite da contatto ossia dai prodotti che vengono utilizzati sui capelli. Spesso e volentieri infatti, la testa prude perchè si usa uno shampoo troppo aggressivo oppure perchè la lacca crea una reazione di ipersensibilità. Generalmente sono le donne a soffrire maggiormente di questo problema e per risolverlo basta cambiare prodotto, scegliendo uno shampoo ed un balsamo che siano naturali e delicati, specificatamente pensati per la cute sensibile. 

Smog e inquinamento

Il prurito al cuoio capelluto può comparire anche per via dello smog e dell’inquinamento presenti nell’aria: se quindi vivete in zone particolarmente trafficate con un indice di inquinamento elevato, il segreto è lavare i capelli più spesso per eliminare tutti i residui inquinanti presenti sul cuoio capelluto. 

Intolleranze alimentari

Può sembrare strano, ma sono tantissimi i casi di prurito cuoio capelluto legati a problemi di natura intestinale. Spesso infatti le persone che soffrono di intolleranze alimentari e lamentano disturbi intestinali presentano anche questo fastidioso sintomo, che può essere risolto con una dieta bilanciata e appositamente studiata. 

Dermatite seborroica o psoriasi

Se al prurito si accompagnano anche rossore e desquamazione molto marcati, allora il problema potrebbe essere più grave e occorre assumere dei farmaci specifici per risolverlo. Si potrebbe infatti trattare di dermatite seborroica o addirittura di psoriasi ed in tal caso è importante rivolgersi ad uno specialista per trattare il disturbo in modo efficace. Trascurare infatti questo sintomo, in caso di dermatite seborroica o di psoriasi, potrebbe portare alla caduta dei capelli. 

Prurito cuoio capelluto: l’importanza dello shampoo

shampooIn tutti i casi, per alleviare il fastidio in modo rapido è importante scegliere lo shampoo giusto: questo non solo perchè il problema potrebbe dipendere dai prodotti impiegati ma anche perchè uno shampoo aggressivo rischia di peggiorare la situazione ed irritare ulteriormente il cuoio capelluto. Riconoscere uno shampoo di qualità non è difficile, ma è indispensabile per evitare altri problemi…continua a leggere

Ti potrebbe interessare anche…

Share.