Banner title

Piercing labbro inferiore: fa male? Quanto costa?

0

Ad ognuno il suo piercing

I piercing sono una pratica che rientra nel grande universo delle cosiddette “body modification”. Anche se genitori e vicini di casa ancora si scandalizzano di tanto in tanto per un orecchino che spunta in qualche posto un po’ insolito, dovrebbero sapere che questa è solo la parte “bon ton” delle body modification, che vanno dal tatuaggio alle inserzioni sotto pelle, e che visto così il piercing è poco più di un orecchino un po’… fuori posto. Qui parleremo in particolare del piercing labbro inferiore, molto vistoso ma tutto sommato grazioso, anche se conserva una certa sua aggressività e particolarità.

Piercing labbro inferiore: fa male? E quanto costa?

Ti stai immaginando con un bel piercing labbro inferiore e inizi a farti le domande di base: fa molto male? La risposta è no. Questo tipo di piercing richiede davvero una frazione di secondo perché l’ago attraversi la carne, e se fatto da personale professionale (cosa che assolutamente raccomandiamo) anche le fasi successive sono poco dolorose. Per praticare un piercing labbro inferiore si inserisce un ago cannula, ovvero un ago da flebo rivestito da una cannuccia morbida. Poi si sfila l’ago e si mantiene la cannula nel buco, ma ormai non fa più male. Si infila l’orecchino asettico nella cannula e poi la si sfila. Fatto. La bravura del professionista sta nell’infilare l’ago dritto a colpo sicuro e nel mettere a proprio agio la persona “sotto i ferri”, tranquillizzandola sul fatto che è veramente questione di mezzo secondo di pizzicotto e poi è tutta discesa (e vi scrivo dall’alto del mio decimo piercing!). Parliamo ora del costo di un piercing labbro inferiore: il prezzo va dai 30 ai 50 euro, quindi è decisamente abbordabile per tutte le tasche, basta rinunciare ad un paio di pizze o a una serata in discoteca e riusciamo a far rientrare il nostro nuovo orecchino in qualsiasi budget.

Piercing labbro inferiore: ecco l’abc per chi decide di farlo

Ed ora un po’ di informazioni pratiche. La scelta dell’orecchino è fondamentale, soprattutto per le labbra, perché dopo il buco saranno un po’ gonfie per alcuni giorni, quindi l’ampiezza dell’orecchino deve essere sufficiente a non “stringere” il labbro. Poi l’igiene di base va seguita scrupolosamente per le prime due settimane, ma se lavate bene i denti e sciacquate il piercing con appositi collutori chirurgici, senza stressarlo troppo, non avrete problemi. Oltre alla scelta dell’orecchino, è bene affidarsi a professionisti che lavorino in ambiente sterile e con materiali rigorosamente monouso, muniti di guanti e degli strumenti giusti per eseguire il foro con precisione. Quando finalmente sarete delle orgogliose portatrici di piercing, arriverà la “fase sociale”, ovvero il dover affrontare tutti i commenti e le curiosità di chi considera il piercing una cosa tremenda. Ricordate che spesso è solo l’invidia che parla! Se volete un assaggio di quello a cui sarete sottoposte a causa (o per merito) del vostro nuovo orecchino, ecco qui un estratto di conversazioni che si ripeteranno per anni!

Scopri gli altri tipi di piercing sul viso:

Share.