Banner title

Surface Piercing: tutto quello che c’è da sapere

0

Ci è capitato diverse volte in questo blog di parlare di surface piercing, ma non ci siamo mai soffermati bene a chiarire di cosa si tratti e quali problematiche comporta a livello di sicurezza. Negli ultimi anni la moda dei piercing si è sviluppata sempre di più e quelli classici non bastavano: per questo si è iniziato a pensare ad un modo che permettesse di effettuare i piercing in qualsiasi parte del corpo, indipendentemente dalla conformazione.

Come ben sapete, un piercing classico generalmente viene applicato all’orecchio, al labbro, al naso e così via: tutte zone in cui è semplice praticare un foro e far passare da una parte all’altra il gioiello. Oggi però le cose sono cambiate ed è possibile realizzare piercing praticamente ovunque, anche sulle superfici del tutto lisce e lineari. Questo grazie, appunto, ai famosi surface piercing: vediamo di cosa si tratta nello specifico, come vengono effettuati e quali controindicazioni possono avere questi nuovi tipi di piercing.

Cos’è il surface piercing e come viene effettuato?

Un surface piercing è costituito da due fori, praticati su una parte piana del corpo: il gioiello, che generalmente è costituito da una barra con due palline alle estremità, passa da un foro all’altro sotto la pelle e può quindi essere applicato ovunque.

Effettuare un surface piercing è piuttosto complesso, anche perchè come vedremo tra poco i rischi di rigetto e infezione sono davvero elevati, quindi è importantissimo rivolgersi ad un professionista che abbia una certa esperienza nel praticare questo tipo particolare di piercing e che metta in atto tutte le precauzioni igieniche. Naturalmente non è possibile effettuare un surface con la pistola, ma come abbiamo detto più volte nel nostro blog, per ogni tipo di piercing compresi i più semplici e banali è sempre meglio optare per l’ago, che permette di ottenere una maggior precisione e soprattutto non rischia di essere dannoso per via dei contraccolpi.

Dove si può fare il surface piercing?

Il surface piercing, come abbiamo già detto, può essere fatto praticamente ovunque, in qualsiasi zona del corpo: è questo che lo ha reso così popolare e che ancora oggi contribuisce alla sua grande fortuna. Nonostante i rischi che comporta, il surface piercing permette di abbellire il proprio corpo con grande originalità, scegliendo parti che generalmente non si potevano impreziosire con gioielli.

Per fare solo alcuni esempi, molto in voga negli ultimi tempi sono i surface alla tempia, sulla nuca, sul pube, sul polso, sulla schiena e sul decolletè. L’effetto è sicuramente molto bello ed originale, ma bisogna riflettere bene prima di fare un surface piercing perchè i rischi sono parecchi.

Rischi e controindicazioni dei surface piercing

I surface piercing non sono piercing molto consigliati, nemmeno dagli esperti: il rischio principale che si può presentare è quello del rigetto, proprio perchè i gioielli vengono collocati molto in superficie rispetto ai piercing normali e quindi il corpo tende a spingerli verso l’esterno.

Oltre a questo, anche il rischio di un’infezione è sempre dietro l’angolo quindi conviene riflettere bene prima di decidere di farsi fare un surface e, qualora decideste di farlo comunque e di correre il rischio, è importante che vi prendiate cura del vostro gioiello effettuando una pulizia costante e mirata.

Scopri di più su alcuni surface piercing:

Share.