Banner title

Piercing dilatatore: tutto quello che c’è da sapere

0

La moda del piercing dilatatore, soprattutto al lobo dell’orecchio, esiste da diversi anni ma è tuttora in voga: a volte capita di vedere ragazzi con un dilatatore e adesso la cosa non stupisce nemmeno tanto come un tempo. Questo particolare tipo di piercing è sicuramente molto originale e fondamentalmente consiste nell’inserire un po’ alla volta un oggetto sempre più grande all’interno del foro, in modo da allargare quest’ultimo fino a raggiungere la dilatazione che si desidera. Se volete anche voi fare un dilatatore, dovete sapere che esistono diverse tecniche per riuscire ad allargare il foro e oggi ve le illustreremo tutte quante, oltre a darvi qualche dritta sui gioielli giusti da utilizzare.

Piercing dilatatore: le varie tecniche

Taper

La tecnica chiamata “taper” è quella più diffusa per ottenere un bel piercing dilatatore: in pratica il foro già cicatrizzato viene allargato mediante un cono apposito. Con questa tecnica però il foro si può dilatare solo di poco perchè il rischio è che i tessuti non reggano e cedano.

Weights

La tecnica chiamata “weights” ha il vantaggio di portare all’allargamento del foro in modo graduale e quindi è poco dolorosa: in pratica basta indossare gioielli sempre più grandi, in modo che il tessuto si adatti un po’ alla volta. Questa tecnica però è oggi sconsigliata perchè il risultato è spesso un foro irregolare ed esteticamente poco bello da vedere.

Scalpelling

Con lo scalpelling è sicuramente una tecnica più invasiva rispetto a quelle appena descritte e non tutti i piercer sono disposti a praticarla: il tessuto viene letteralmente tagliato con un bisturi e nel taglio viene inserito il cono allargatore. Si tratta di una tecnica che non prevede l’asportazione di alcun tessuto, ma il rischio di infezioni è più elevato perchè a differenza della tecnica “taper” in questo caso la ferita non è già cicatrizzata.

Cutanea Punch

Con quest’ultima tecnica, decisamente sconsigliata, viene rimossa una parte del lobo ed è meglio evitarla perchè in questo modo il tessuto non viene dilatato ma semplicemente asportato.

Piercing dilatatore: quali gioielli utilizzare?

Abbiamo già visto come sia importante la scelta dei gioielli piercing giusti per scongiurare infezioni: nel caso del dilatatore però dovete stare ancora più attenti perchè il foro rischia di emanare brutti odori.

I migliori gioielli da utilizzare per un dilatatore sono quelli in materiale organico quindi in osso, legno oppure pietra: con questi materiali infatti potrete evitare i cattivi odori. Ne potete trovare diversi anche online ed il prezzo è molto buono. Acquista subito i dilatatori in legno online!

Da non utilizzare, invece, soprattutto fino a quando la dilatazione non sarà completata, i gioielli realizzati in fimo o cernit perchè potrebbero essere cancerogeni e non vale proprio la pena di rischiare!

Acquista subito i dilatatori in osso online al miglior prezzo!

Trova nuove idee per il tuo prossimo piercing:

Share.